5 maggio 2013

2013 05 Mag - Serravalle (VC): Giro di Serravalle

Data: 05/05/2013
Lunghezza percorso: 10,300 Km
Oggi si fa tappa a Serravalle, praticamente a casa nostra.
Decidiamo per cui di percorrere in bicicletta i 4 Km che separano il nostro paese (Grignasco) da Serravalle.
L’amico PGN GNN 67D25 E177 K  che punta al titolo di atleta dell’ANO 2013, decide di portarsi alla partenza di corsa e di tornare pure a casa correndo: KE HOMO!!!
Solo quattro chilometri eppure anni luce di distanza tra i 2 paesi.
Tanto è mal curata, trasandata, disorganizzata Grignasco, tanto è ben mantenuta Serravalle.
Esempio lampante di come siano le pessime o le buone amministrazioni a cambiare il volto delle città.
Chiusa questa piccola nota politica, veniamo all'evento.
La mattinata è bellissima, cielo sereno e temperatura perfetta.
Serravalle mette a disposizione della partenza e dell’arrivo il bel corso centrale con le sue piazzette e i molti bar.
I concorrenti non sono tantissimi, circa 460, ma per queste corse fuori provincia di Novara il numero è sempre un pò più basso.
Peccato perché questo è uno dei percorsi più belli del circuito.
Si onora infatti oggi sua maestà il fiume Sesia, simbolo della nostra valle, alla quale da il nome.
Infatti si parte con un giro in paese per poi immettersi in boschetti, sentieri e piste ciclabili che costeggiano il fiume, oggi magnificamente imponente grazie alle abbondanti piogge.
Non ci sono salite, siamo sempre sul piano, e il fondo sabbioso / argilloso della fascia fluviale ha drenato alla grande tutta la pioggia scesa copiosa in settimana.
Giusto qualche pozzanghera, ma niente a che vedere con le trappole di fango del medio novarese.
Il terreno risulta morbido il giusto, abbastanza regolare e molto piacevole.
E così si viaggia tranquilli in questi freschi e ombreggiati boschetti, con la Sesia che ci tiene compagnia scorrendo leggera e veloce al nostro fianco.
Certo che quando si esce dall'ombra il sole oggi picchia mica male, e per chi scrive è un’altra giornata di penitenza, dalla metà corsa in poi.

Quando al Km 8 circa vengo superato a velocità doppia da un ultra 70enne di belle speranze comincio a farmi qualche domanda circa il mio futuro podistico.
Per ora risposte non me ne so dare, penso a divertirmi e oggi è stato comunque molto bello, anche se a un certo punto la testa mi diceva di camminare.
In effetti un pò ho camminato, sull'ultima impossibile rampa larga mezzo metro che riconduceva in paese.
Bell’arrivo in rettilineo nel centro di Serravalle, dove anche oggi offro senza reagire il mio scalpo alle resistibili volate di chi mi passa negli ultimi 50 metri.
Ecco, solo 2 piccole cose da rivedere in questa bella corsa:
1) Manca la segnalazione dei KM.
2) La salitaccia finale è troppo stretta e ripida (qualcuno è pure caduto), non c’entra molto con il resto del percorso: si potrebbe fare una variante.
Ristoro nella norma e un grande ringraziamento da parte nostra ai simpatici organizzatori dell’Amatori Sport che hanno premiato il nostro gruppo con un bel cesto alimentare.
A tutti i nostri affezionati lettori anticipiamo che in una delle prossime corse il nostro gruppo farà il suo esordio ufficiale con le nuove divise.
Ci chiameremo “SANBROCCHESE”
Vi chiederete forse il perché di questo strano nome.
Perché questo gruppo podistico è la ri-edizione, dopo 30 anni, della nostra squadretta di calcio del quartiere, che si chiamava Sanrocchese, dal nome del nostro quartiere, San Rocco.
Abbiamo aggiunto la B davanti alla R perché, è inutile negarlo, brocchi eravamo, brocchi siamo, e sempre più brocchi diventeremo!

14 commenti:

  1. Buongiorno, sono l'HOMO PGN GNN 67D25.....Joe Miguel Pagani che vuole soffiare il titolo di Atleta dell'ANO della Sanbrocchese al Patriarca della stessa Davide Donà; volevo far notare, innanzi tutto, che la parte finale del codice fiscale è sbagliato e che non ho fatto caso all'"imponente Sesia che scorreva leggere e veloce al nostro fianco" perchè ero impegnato, da bravo bastardo, a staccare i miei compagni di squadra che m'incalzavano dietro.....e ho detto "m'incalzavano"!

    RispondiElimina
  2. Miguel, sei pregato di fornire il codice fiscale esatto per correggere questo indimenticabile pezzo di giornalismo.
    Oramai il titolo è tuo, mi inchino, lo meriti, io mi accontento di essere il Patriarca.
    Occhio comunque che il Riga sta crescendo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono sicuro, dovrei andare a controllare, ma credo che il pezzo finale del codice fiscale sia "VFFNCL"!
      Il titolo non è per niente mio, dimentichi che questa guerra finirà a novembre e mi sono accorto anch'io che il riga si porta le sacche di sangue ben ossigenato nel baule della macchina, che il Vinzio non lo fermi nemmeno a calci nel sedere, Daniele se entra in classifica ci legna tutti, Elvio per fortuna va a correre all'estero (ultimamente nelle Langhe), e meno male che a Guy e Roby piace ancora mangiare!
      joe miguel pagani

      Elimina
    2. ma dai, non sparate minchiate, erano sacche di sangue per fare i sanguinacci per le libagioni del Guy e del Roby.
      il Riga

      Elimina
  3. condivido anch'io con il Patriarca la mancanza di segnalazione dei km e quella specie di passaggio stretto e, secondo me un pò pericoloso.....ma non c'era un'altro passaggio? magari allungando un pò il percorso!? Personalmente non mi piaceva anche il sentiero in mezzo al bosco dopo il campo sportivo....un pò troppo stretto per far passare 500 persone di corsa.
    Nel complesso comunque è stata una bella corsa, divertente e mi è sembrata ben organizzata, anche se non ho potuto riempire lo stomaco al ristoro finale come al solito per il rientro anticipato a casa di corsa, che comunque consiglio a chi viene dai comuni limitrofi in quanto rende la giornata podistica a 360°.
    Mi unisco alla Sanbrocchese nel ringraziare l'Amatori Sport per il cesto di vivande, anche se è stato requisito immediatamente dal Patriarca e credo che ormai sia troppo tardi per richiedere un assaggio delle vivande al Suddetto!

    RispondiElimina
  4. Emanuele Poggia7 maggio 2013 10:29

    Ma dove sono finiti quei tracciati altimetrici tutti colorati, vero elemento distintivo di percorsicorse?? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuele!
      Sono stato un pò impegnato nel design delle nuove divise (i miei colleghi mi hanno triturato le palle per 2 settimane prima di arrivare al logo definitivo) e ho avuto meno tempo per il blog.
      Ma tranquillo, a breve li pubblicherò.
      Ciao ci vediamo alle prossime!!!

      Elimina
  5. Buongiorno, sono Enrico Franzati di Portogruaro, ho fatto la corsa a Serravalle Sesia (ero di passaggio), volevo sapere se per cortesia sapete indicarmi se ci sono foto pubblicate in internet sulla corsa.
    La ringrazio molto signor Davide D.
    Buonasera.
    Enrico Franzati
    Via della Palude 46
    Portogruaro VE
    EnricoFranz@alice.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera Enrico, alcune volte ci sono dei fotografi a queste corse, ma non è una regola.
      Domenica non mi sembra che ci fossero.
      Comunque se troviamo in giro delle foto te lo facciamo sapere.
      Ciao e Grazie per la fiducia!

      Elimina
  6. finalmente una giornata di sole e temperature tiepidi alla gamba d'oro. Non se ne poteva più.
    Bella mattina di fatica a Serravalle.
    Stona un pò la politica locale dentro questo evento, lasciamola nei suoi spazi angusti e godiamoci questo sano divertimento senza pensieri di questo genere, non trovi?
    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella giornata, vero, era ora.
      Per quanto riguarda la politica: è giusto divertirsi, e queste manifestazioni sono puro divertimento.
      Ma la politica non va lasciata in angusti spazi, politica dal greco significa letteralmente "occuparsi della città", della nostra città, non è una brutta cosa, tutt'altro.
      Ho espresso un parere, supportato dall'evidenza dei fatti.
      Non ho ambizioni politiche e non ce l'ho personalmente con nessuno.
      Sono semplicemente un essere pensante.
      Queste cose le ho dette anche pubblicamente esponendomi più volte, e le continuerò a dire.
      Divertimento e senso critico non credo si escludano a vicenda, non trovi Paolo?

      Elimina
  7. Non voleva essere una critica nei tuoi confronti, solamente mi sembrava un po' fuori luogo esprimere un parere, seppur lecito e probabilmente condiviso con altri, politico locale per un evento sportivo amatoriale. magari ho sminuito un po' il diritto di farlo perché ho parlato di spazi angusti, qui forse ho sbagliato e chiedo scusa. Divertimento e senso critico non si devono escludere a vicenda altrimenti si perde di vista la responsabilità civile di ogni cittadino nel senso del rispetto di ciò che è considerato pubblico, ma le argomentazioni su una discussione politica, secondo me deve avvenire in altri luoghi e in altri momenti, questo intendevo solamente.
    Paolo

    RispondiElimina
  8. Paolo, probabilmente la pensiamo alla stessa maniera.

    In tutto l'articolo ci sono 4 righe "politiche", non mi sembra una gran argomentazione, e comunque questo blog non è la Gazzetta dello Sport.

    Ciao, sarò ben lieto di conoscerti se vorrai presentarti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ok, ci vediamo presto.
      ciao.
      Paolo

      Elimina

Visitatori

Ultimi Articoli

Ascolta il Testo dei Post

Speech by ReadSpeaker